venerdì, Giugno 14, 2024
Social icon element need JNews Essential plugin to be activated.

[ad_1]

Javier Milei, argentino favorevole a Bitcoin (BTC), ha vinto il ballottaggio presidenziale del paese il 19 novembre, battendo il suo avversario Sergio Massa.

Con quasi il 99% dei voti conteggiati, Milei ha ottenuto oltre il 55% dei voti, dandogli un vantaggio di quasi 3 milioni di voti, secondo i dati di Bloomberg.

Massa, ministro dell’Economia del Paese, ha chiamato Milei per congratularsi con lui per la vittoria dopo lo spoglio di oltre il 90% dei voti, prima dell’annuncio dei primi risultati ufficiali. Milei entrerà in carica il 10 dicembre.

Con quasi il 100% dei voti scrutinati, Milei aveva un vantaggio di oltre 10 punti percentuali su Massa. Fonte: Bloomberg

La crisi inflazionistica di lunga durata in Argentina è stata un argomento acceso nel paese sudamericano, con il peso argentino che ha registrato un aumento del 140% dell’inflazione annuale negli ultimi 12 mesi.

Milei ha espresso apertamente le sue critiche nei confronti della banca centrale del paese, definendola una truffa e un “meccanismo attraverso il quale i politici ingannano le brave persone con tasse inflazionistiche”.

Ha definito Bitcoin un movimento verso “la restituzione del denaro al suo creatore originale, il settore privato”.

Imparentato: Il prezzo del bitcoin raggiunge i massimi storici in Argentina, Nigeria e Turchia

Tuttavia, non ha segnalato alcuna intenzione di rendere Bitcoin corso legale nel paese.

Le opinioni di Massa sui settori monetario, bancario e delle criptovalute sembrano essere opposte a quelle di Milei.

A ottobre si era impegnato a lanciare una valuta digitale della banca centrale (CBDC) se eletto per “risolvere” la crisi inflazionistica di lunga durata dell’Argentina.

Massa ha vinto il primo turno delle elezioni presidenziali argentine in ottobre. Tuttavia, non è stato sufficiente per vincere a titolo definitivo la presidenza, innescando il ballottaggio finale.

In precedenza, Milei aveva vinto le elezioni primarie in Argentina contro Massa e altri candidati ad agosto.

Rivista: Monete instabili: depegging, corse agli sportelli e altri rischi incombono