Bitcoin (BTC) è rimasto in silenzio durante il fine settimana. Il CEO di CryptoQuant, Ki Young Ju, ha affermato, in un recente post su X (ex Twitter), che la velocità di Bitcoin è scesa al minimo di tre anni. Ha detto che questo potrebbe essere considerato positivo, poiché le balene stanno mantenendo le loro posizioni, o negativo perché il trasferimento a nuovi investitori non stava avvenendo.

You might also like

L’azione range-bound continua a lasciare perplessi gli investitori per quanto riguarda il prossimo possibile movimento di tendenza. A questo proposito, ci sono stati commenti positivi da parte degli analisti di JPMorgan che hanno affermato che il trend al ribasso di Bitcoin potrebbe finire. Ritengono che il calo dell’open interest nei contratti futures Bitcoin sul Chicago Mercantile Exchange suggerisca che la lunga liquidazione sia finita.

Visualizzazione giornaliera dei dati del mercato delle criptovalute. Fonte: Coin360

Mentre Bitcoin decide la sua prossima mossa, alcune altcoin selezionate mostrano segni di forza. Questi altcoin potrebbero diventare negativi se il range di Bitcoin si risolve al ribasso, ma se Bitcoin si alza o rimane in un range, allora potrebbero offrire un’opportunità di trading a breve termine.

Studiamo i grafici delle prime cinque criptovalute che potrebbero salire nel breve termine e identifichiamo i livelli che devono essere superati affinché i rialzisti prendano il comando.

Analisi del prezzo del Bitcoin

Il 26 agosto Bitcoin ha formato un pattern a candelabro interno al giorno, indicando l’indecisione tra i rialzisti e gli orsi riguardo al prossimo movimento direzionale.

Grafico giornaliero BTC/USDT. Fonte: TradingView

La media mobile esponenziale a 20 giorni in calo (27.222$) e l’indice di forza relativa (RSI) nella zona ipervenduta indicano che i ribassisti sono al comando. Tuttavia, è improbabile che i rialzisti si arrendano senza combattere. Cercheranno di difendere il livello dei 24.800 dollari con tutte le loro forze.

La coppia BTC/USDT potrebbe iniziare una ripresa più forte se gli acquirenti spingessero il prezzo al di sopra dell’EMA a 20 giorni. Ciò potrebbe aprire le porte a un possibile rialzo verso la media mobile semplice a 50 giorni (28.888 dollari).

Se gli orsi vogliono rafforzare la loro posizione, dovranno portare il prezzo sotto i 24.800 dollari. Se lo facessero, la coppia potrebbe iniziare un trend al ribasso fino a $ 20.000.

Grafico a 4 ore BTC/USDT. Fonte: TradingView

L’EMA a 20 giorni si sta appiattindo e l’RSI è vicino al punto medio del grafico a quattro ore. Ciò suggerisce un equilibrio tra domanda e offerta. Se il prezzo crollasse sotto i 25.700 dollari, la coppia potrebbe crollare prima a 25.166 dollari e poi a 24.800 dollari.

Al contrario, se la coppia si mantiene al di sopra delle medie mobili, ciò segnalerà che i rialzisti hanno assorbito le vendite. C’è una piccola resistenza a 26.314$, ma se questa venisse superata, la coppia potrebbe salire a 26.610$ e, successivamente, a 26.833$.

Analisi del prezzo del toncoin

Toncoin (TON) sta formando un pattern testa e spalle inverso, che si completerà con una pausa e chiuderà sopra 1,53$.

Grafico giornaliero TON/USDT. Fonte: TradingView

L’EMA a 20 giorni in graduale rialzo (1,38$) e l’RSI in zona positiva indicano che il percorso di minor resistenza è verso l’alto. Se gli acquirenti spingessero il prezzo sopra 1,53$, la coppia TON/USDT potrebbe avviare un nuovo trend rialzista verso l’obiettivo del pattern di 1,91$.

È probabile che gli orsi abbiano altri piani. Cercheranno di proteggere il livello di 1,53$ e di portare il prezzo al di sotto delle medie mobili. Se riuscissero a farlo, la coppia potrebbe scendere a 1,25 dollari e, infine, a 1,15 dollari.

Grafico a 4 ore TON/USDT. Fonte: TradingView

Il grafico a quattro ore mostra che il livello di 1,53 dollari potrebbe rivelarsi una dura barriera da oltrepassare per gli acquirenti. Se il prezzo dovesse scendere da questo livello ma rimbalzare dall’EMA a 20 giorni, ciò suggerirebbe che i rialzisti stanno acquistando in corrispondenza di cali minori. Ciò potrebbe aumentare le probabilità di una rottura sopra 1,53 dollari. La coppia potrebbe quindi raggiungere quota 1,70$.

Al contrario, se il prezzo dovesse scendere e scendere sotto l’EMA a 20 giorni, ciò segnalerebbe che i trader stanno registrando profitti intorno a 1,53$. La coppia potrebbe poi scendere fino alla SMA a 50 giorni e, successivamente, a 1,33$.

Analisi dei prezzi Monero

Il forte rimbalzo di Monero (XMR) dalla linea di tendenza rialzista per la seconda volta negli ultimi giorni mostra che i rialzisti stanno difendendo ferocemente il livello.

Grafico giornaliero XMR/USDT. Fonte: TradingView

La coppia XMR/USDT potrebbe raggiungere l’EMA a 20 giorni (148$), il che rappresenterà un ostacolo formidabile. Se i rialzisti non dovessero cedere molto terreno da questo livello, aumenterebbero le prospettive di un rally sopra l’EMA a 20 giorni. La coppia potrebbe poi raggiungere la SMA a 50 giorni (157$), il che potrebbe attirare vendite da parte dei ribassisti.

Un brusco calo del prezzo rispetto all’EMA a 20 giorni potrebbe suggerire che i ribassisti continueranno a vendere durante i rally. La coppia potrebbe quindi testare nuovamente la linea di tendenza rialzista. Il ripetuto test di un livello di supporto tende ad indebolirlo. Se questo livello dovesse cedere, la coppia potrebbe crollare prima a 125$ e poi a 115$.

Grafico a 4 ore XMR/USDT. Fonte: TradingView

I rialzisti hanno spinto il prezzo al di sopra delle medie mobili sul grafico a quattro ore, indicando che gli orsi potrebbero perdere la presa. C’è una forte resistenza a 150 dollari, ma se questo livello viene superato, la coppia potrebbe raggiungere i 160 dollari. L’EMA a 20 giorni in rialzo e l’RSI in territorio positivo indicano un lieve vantaggio per gli acquirenti.

Il primo segno di debolezza sarà una rottura e una chiusura al di sotto delle medie mobili. Ciò potrebbe portare il prezzo sulla linea di tendenza rialzista. Una rottura al di sotto di questo supporto potrebbe far crollare la coppia a 125 dollari.

Imparentato: FTX sospende gli account utente a causa delle preoccupazioni relative alla violazione informatica di Kroll

Analisi del prezzo del mantello

Mantle (MNT) è in forte trend ribassista da quando ha toccato quota 0,60$ il 20 luglio. Il forte trend ribassista ha spinto l’RSI in territorio ipervenduto, indicando che un rally di sollievo era possibile.

Grafico giornaliero MNT/USDT. Fonte: TradingView

Il pattern a candele esterne del 25 agosto suggerisce che gli acquirenti stanno tentando di prendere il controllo. La coppia MNT/USDT potrebbe inizialmente raggiungere l’EMA a 20 giorni (0,45$), un livello importante a cui prestare attenzione. Se gli acquirenti superassero questo ostacolo, la coppia potrebbe salire al livello di ritracciamento di Fibonacci del 38,2% di 0,48 dollari.

Al contrario, un calo del prezzo rispetto all’EMA a 20 giorni significherebbe che i ribassisti continuerebbero a vendere ad ogni rialzo minore. Ciò potrebbe comportare un nuovo test del supporto a 0,41 dollari. Se questo livello dovesse crollare, la coppia potrebbe scivolare a 0,35$.

Grafico a 4 ore MNT/USDT. Fonte: TradingView

Il grafico a quattro ore mostra che i rialzisti hanno spinto il prezzo al di sopra delle medie mobili, ma stanno lottando per avviare un rally travolgente. Ciò suggerisce che gli orsi non si sono arresi e potrebbero rappresentare una sfida ai livelli più alti.

Se il prezzo scende al di sotto delle medie mobili, ciò segnalerà un vantaggio agli orsi. Ciò aumenterà la possibilità di un break sotto quota 0,41$.

In alternativa, se il prezzo dovesse mantenersi al di sopra dell’EMA a 20 giorni, ciò indicherebbe che i rialzisti stanno acquistando nei minimi. La coppia potrebbe quindi tentare un’impennata verso 0,47$ e, successivamente, verso 0,52$.

Analisi quantitativa dei prezzi

Quant (QNT) è rimbalzato dal forte supporto a 95 dollari il 17 agosto, superando le medie mobili il 26 agosto. Ciò dimostra una forte domanda a livelli più alti.

Grafico giornaliero QNT/USDT. Fonte: TradingView

I rialzisti cercheranno di sostenere lo slancio e spingere il prezzo sulla linea di tendenza al ribasso. È probabile che questo livello assista ad una dura battaglia tra rialzisti e orsi. Se il prezzo dovesse scendere da questo livello ma rimbalzare dall’EMA a 20 giorni ($101), segnalerebbe un cambiamento nel sentiment, passando dalla vendita sui rally all’acquisto sui cali.

Ciò potrebbe aumentare la probabilità di un rally al di sopra della linea di tendenza al ribasso. Se ciò dovesse accadere, la coppia QNT/USDT potrebbe iniziare un’impennata verso i 120$. Questa visione positiva potrebbe invalidarsi nel breve termine se il prezzo dovesse crollare e precipitare al di sotto delle medie mobili. La coppia potrebbe poi scivolare verso il supporto a 95$.

Grafico a 4 ore QNT/USDT. Fonte: TradingView

Le medie mobili sul grafico a quattro ore sono in rialzo e l’RSI è in territorio positivo, indicando che i rialzisti sono in ripresa. La coppia potrebbe raggiungere la linea di tendenza al ribasso, dove gli orsi potrebbero nuovamente montare una forte resistenza.

Al ribasso, si prevede che le medie mobili fungeranno da forti supporti. Un break e una chiusura al di sotto della SMA a 50 giorni indicheranno che la ripresa potrebbe essere finita. La coppia potrebbe poi crollare a 98$.