venerdì, Giugno 14, 2024
Social icon element need JNews Essential plugin to be activated.

[ad_1]

Gli avvocati che rappresentano l’ex amministratore delegato della FTX Sam Bankman-Fried, o SBF, hanno affermato che gli “accomodamenti straordinari” offerti dalle autorità erano insufficienti per consentirgli di prepararsi per il processo penale di ottobre.

You might also like

In una dichiarazione del 25 agosto presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, il team legale di SBF ha affermato che il piano proposto dai pubblici ministeri per consentire all’ex amministratore delegato di FTX l’accesso ai materiali di scoperta prima del processo era inadeguato. Gli avvocati hanno affermato che il 24 agosto il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha prodotto circa 4 milioni di pagine di materiale di scoperta e che c’erano “milioni di pagine di documenti e terabyte di dati” rimasti affinché SBF potesse esaminarli per il suo processo penale.

“Non crediamo che qualcosa di diverso dal rilascio temporaneo possa affrontare adeguatamente questi problemi e salvaguardare il diritto del signor Bankman-Fried di partecipare alla propria difesa”, si legge nel documento. “Prima che gli fosse revocata la cauzione, il signor Bankman-Fried trascorreva 80-100 ore a settimana esaminando la voluminosa scoperta e creando analisi dettagliate che poteva aggiornare costantemente e condividere con i suoi avvocati.”

Bankman-Fried era stato libero con un’obbligazione da 250 milioni di dollari per circa 8 mesi in seguito alla sua estradizione dalle Bahamas e alla citazione in giudizio negli Stati Uniti nel dicembre 2022. Tuttavia, a seguito delle accuse di intimidazione di testimoni nei confronti dell’ex CEO di Alameda Research Caroline Ellison, un giudice federale ha revocato la la sua cauzione. Dall’11 agosto, circa due mesi prima dell’inizio del suo primo processo penale, SBF è stato detenuto al Metropolitan Detention Center di Brooklyn.

Da quando gli è stata revocata la cauzione, il team legale della SBF ha spinto per meno restrizioni che gli consentano di trascorrere del tempo fuori dal carcere per prepararsi al processo. Un giudice ha stabilito il 21 agosto che a SBF sarebbero state concesse circa sette ore nella stanza dell’avvocato del blocco di celle del tribunale di New York il 22 agosto, e in seguito ha emesso un’ordinanza che gli concedeva l’accesso allo stesso spazio con un laptop e un dispositivo abilitato Wi-Fi su un base apparentemente illimitata a condizione che i suoi avvocati dessero un preavviso di 48 ore.

“Sig. Bankman-Fried necessita di un accesso costante a un computer abilitato a Internet che gli consenta di rivedere i documenti dalla scoperta, cercare il contesto pertinente per le prove online, redigere e modificare il prodotto di lavoro analizzando documenti e dati e condividere questi documenti e analisi con i suoi avvocati “, ha affermato il suo team legale. “L’attuale piano del governo […] non si avvicina neanche lontanamente a questo.

Imparentato: La sostituzione dell’accusa contro Sam Bankman-Fried include l’utilizzo di 100 milioni di dollari per contributi elettorali

Il primo dei due processi di SBF inizierà il 3 ottobre e dovrà affrontare sette accuse relative ad attività fraudolente che coinvolgono i fondi degli utenti presso FTX e Alameda Research. Il secondo processo, previsto per marzo 2024, includerà altre cinque accuse penali.

Secondo i documenti del tribunale, il team legale di Bankman-Fried potrebbe intentare una difesa sostenendo che l’ex CEO ha agito “in buona fede” su consiglio degli avvocati di Fenwick & West e del consulente legale interno di FTX. Queste azioni presumibilmente illegali includevano la decisione di SBF di eliminare automaticamente alcune comunicazioni tra i dipendenti di FTX e Alameda.

Rivista: Puoi fidarti degli scambi di criptovalute dopo il crollo di FTX?