Non importa se si analizza l’intervallo di tempo a lungo termine o settimanale di Ether (ETH), c’è poca speranza per i rialzisti. Oltre alla performance negativa del 69% dall’inizio dell’anno, un canale discendente ha esercitato pressioni sul prezzo dell’ETH offrendo resistenza a 1.200$.

You might also like

Indice dei prezzi Ether/USD a 4 ore. Fonte: Trading View

L’incertezza normativa continua a pesare sul settore. Ad esempio, Starling, una banca digitale con sede nel Regno Unito, ha annunciato il 22 novembre che non consentirà più ai clienti di inviare o ricevere denaro da scambi di risorse digitali o commercianti. La banca ha descritto le criptovalute come “ad alto rischio e fortemente utilizzate per scopi criminali”.

Altre notizie preoccupanti per l’ecosistema Ethereum hanno riguardato la piattaforma di finanza decentralizzata (DeFi) AAVE, che ha subito un attacco di vendita allo scoperto il 22 novembre volto a trarre profitto da prestiti sottogarantiti.

Curiosamente, un exploit simile si è verificato sull’applicazione DeFi di Mango Markets in ottobre. Sebbene non si tratti di un attacco diretto alla rete Ethereum, l’aggressore ha mostrato difetti critici in alcune delle principali applicazioni di prestito collaterale decentralizzate.

Inoltre, secondo quanto riferito, Hodlnaut, prestatore di criptovalute con sede a Singapore, sta affrontando un’indagine della polizia per accuse di imbroglio e frode. Le emissioni sono iniziate l’8 agosto dopo che la società di prestito ha citato una crisi di liquidità e ha sospeso i prelievi sulla piattaforma.

Infine, il 22 novembre, la senatrice degli Stati Uniti Elizabeth Warren ha correlato la scomparsa dell’exchange FTX ai mutui subprime del 2008 e alle penny stock utilizzate per schemi pump-and-dump. Warren ha affermato che il crollo di FTX dovrebbe essere un “campanello d’allarme” per le autorità di regolamentazione per far rispettare le leggi sull’industria delle criptovalute.

Questo è il motivo per cui la scadenza mensile delle opzioni Ether da 1,13 miliardi di dollari il 25 novembre eserciterà molta pressione sui prezzi sui rialzisti, anche se ETH ha registrato guadagni dell’11% tra il 22 e il 24 novembre.

La maggior parte delle scommesse rialziste sono state piazzate sopra i 1.400$

Il rally di Ether verso la resistenza di 1.650$ il 5 novembre ha dato ai rialzisti il ​​segnale di aspettarsi una continuazione del trend rialzista. Ciò diventa evidente perché solo il 17% delle opzioni call (buy) per il 25 novembre è stato collocato al di sotto di $ 1.400. Di conseguenza, gli orsi di Ether sono meglio posizionati per la scadenza mensile delle imminenti opzioni da 1,13 miliardi di dollari.

Le opzioni su Ether aggregano l’open interest per il 25 novembre. Fonte: CoinGlass

Una visione più ampia che utilizza il rapporto call-to-put di 1,44 mostra una situazione distorta con scommesse rialziste (call) open interest a $ 665 milioni rispetto alle opzioni put (sell) da $ 460 milioni. Tuttavia, con Ether che attualmente si aggira intorno ai 1.200$, i ribassisti hanno una posizione dominante.

Ad esempio, se il prezzo di Ether rimane al di sotto di $ 1.250 alle 8:00 UTC del 25 novembre, saranno disponibili solo $ 40 milioni di queste opzioni call (acquisto). Questa differenza si verifica perché non è utile il diritto di acquistare Ether a $ 1.250 o $ 1.500 se viene scambiato al di sotto di tale livello alla scadenza.

Gli orsi potrebbero intascare un profitto di $ 215 milioni

Di seguito sono riportati i quattro scenari più probabili basati sull’attuale movimento dei prezzi. Il numero di contratti di opzione disponibili il 25 novembre per strumenti call (rialzista) e put (ribassisti) varia a seconda del prezzo di scadenza. Lo squilibrio favorevole a ciascuna parte costituisce il profitto teorico:

  • Tra $ 1.050 e $ 1.150: 800 chiamate contro 20.200 put. Il risultato netto favorisce gli orsi di $ 215 milioni.
  • Tra $ 1.150 e $ 1.250: 3.300 chiamate contro 15.100 put. Il risultato netto favorisce le scommesse ribassiste di $ 140 milioni.
  • Tra $ 1.250 e $ 1.300: 4.700 chiamate contro 13.200 put. Il risultato netto favorisce gli orsi di $ 100 milioni.
  • Tra $ 1.300 e $ 1.400: 8.700 chiamate contro 8.900 put. Il risultato netto è bilanciato tra rialzisti e ribassisti.

Questa stima grezza considera le opzioni call utilizzate nelle scommesse rialziste e le opzioni put esclusivamente in operazioni da neutrali a ribassisti. Anche così, questa semplificazione eccessiva ignora le strategie di investimento più complesse.

Un portafoglio Bitcoin dormiente di 7 anni potrebbe complicare le cose per i tori di Ether

I rialzisti di Ether devono spingere il prezzo sopra i 1.300 dollari il 25 novembre per bilanciare la bilancia ed evitare una potenziale perdita di 215 milioni di dollari. Tuttavia, i tori di Ether sembrano sfortunati dal momento che un portafoglio Bitcoin relativo all’hacking di Mt. Gox del 2014 ha spostato 10.000 BTC il 23 novembre.

Ki Young Ju, il cofondatore della società di analisi blockchain Cryptoquant, ha verificato i risultati, rilevando che lo 0,6% dei fondi è stato inviato agli scambi e potrebbe rappresentare liquidità lato vendite.

Se gli orsi dominano la scadenza delle opzioni mensili ETH di novembre, ciò probabilmente aggiungerà potenza di fuoco per ulteriori scommesse al ribasso. Pertanto, al momento, non vi è alcuna indicazione che i rialzisti possano ribaltare la situazione ed evitare la pressione del triangolo discendente di due settimane.

I punti di vista, i pensieri e le opinioni qui espressi sono esclusivamente degli autori e non riflettono o rappresentano necessariamente i punti di vista e le opinioni di Cointelegraph.