Questa settimana i mercati azionari hanno iniziato a mostrare un po’ di verde e Bitcoin (BTC) si sta staccando dai mercati tradizionali, ma non in modo positivo. La criptovaluta è in calo del 3%, mentre l’indice del mercato azionario altamente tecnologico Nasdaq Composite è in rialzo del 3,1%.

You might also like

I dati del 27 maggio del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti mostrano che il tasso di risparmio personale è sceso al 4,4% ad aprile per raggiungere il livello più basso dal 2008 e i trader di criptovalute sono preoccupati che il peggioramento delle condizioni macroeconomiche globali possa aumentare l’avversione degli investitori per gli asset rischiosi.

Ad esempio, Invesco QQQ Trust, un fondo quotato in borsa statunitense da 160 miliardi di dollari con sede in una società tecnologica, è in calo del 23% da inizio anno. Nel frattempo, l’ETF iShares MSCI China, un tracker da 6,1 miliardi di dollari delle azioni cinesi, è sceso del 20% nel 2022.

Per avere un quadro più chiaro di come sono posizionati i trader di criptovalute, i trader dovrebbero analizzare le metriche dei derivati ​​​​Bitcoin.

I trader a margine stanno diventando più rialzisti

Il trading con margine consente agli investitori di prendere in prestito criptovaluta e sfruttare la propria posizione di trading per aumentare potenzialmente i rendimenti. Ad esempio, si possono acquistare criptovalute prendendo in prestito Tether (USDT) per aumentare l’esposizione.

I mutuatari di Bitcoin possono shortare la criptovaluta solo se scommettono sul suo calo dei prezzi e, a differenza dei contratti futures, l’equilibrio tra margini lunghi e corti non è sempre abbinato.

Rapporto di prestito del margine USDT/BTC allo scambio OKX. Fonte: OKX

Il grafico sopra mostra che i trader hanno preso in prestito più USD Tether di recente, perché il rapporto è aumentato da 13 del 25 maggio all’attuale 20. Più alto è l’indicatore, più i trader professionisti sono sicuri del prezzo di Bitcoin.

Vale la pena notare che il rapporto di prestito a 29 margini raggiunto il 18 maggio è stato il livello più alto in più di sei mesi e rifletteva un sentimento rialzista. D’altra parte, un rapporto di prestito del margine USDT/BTC inferiore a 5 di solito è un segno ribassista.

I mercati delle opzioni sono entrati nella “paura estrema”

Per escludere le esternalità specifiche dei mercati a margine, i trader dovrebbero anche analizzare il prezzo delle opzioni Bitcoin. Lo skew delta del 25% confronta opzioni simili di call (acquisto) e put (vendita). La metrica diventerà positiva quando la paura è prevalente perché il premio protettivo delle opzioni put è più alto di opzioni call di rischio simili.

Il contrario vale quando l’avidità è prevalente, facendo sì che l’indicatore di inclinazione delta del 25% si sposti nell’area negativa. In breve, se i trader temono un crollo del prezzo di Bitcoin, l’indicatore di skew si sposterà sopra l’8%. D’altra parte, l’eccitazione generalizzata riflette un’inclinazione negativa dell’8%.

Opzioni Bitcoin a 30 giorni 25% delta skew allo scambio di Deribit. Fonte: Laevitas.ch

L’indicatore di skew del 25% è stato superiore al 16% dall’11 maggio, indicando una situazione estremamente sbilanciata perché i mercati di mercato e i trader professionisti non sono disposti a correre rischi di prezzo al ribasso.

Ancora più importante, il recente picco del 25,6% del 14 maggio è stato lo skew del 25% più alto nella storia di Bitcoin. Attualmente, c’è un forte senso di ribassismo nei mercati delle opzioni BTC.

Imparentato: Il calo del prezzo del Bitcoin non influisce sulla strategia di El Salvador

Spiegare la dualità tra margine e opzioni

Una potenziale spiegazione per la mentalità divergente tra i trader di margine BTC e il prezzo delle opzioni potrebbe essere stata il crollo di Terra USD (UST) il 10 maggio. I market maker e i desk di arbitraggio potrebbero aver subito pesanti perdite poiché la stablecoin ha perso il suo ancoraggio, riducendo di conseguenza la loro propensione al rischio per le opzioni BTC.

Inoltre, secondo Loanscan.io, il costo del prestito di USD Tether è sceso al 3% all’anno su Aave e Compound. Ciò significa che i trader trarranno vantaggio da questa strategia di leva a basso costo, aumentando così il rapporto di prestito del margine USDT/BTC.

Non c’è modo di prevedere cosa causerebbe la fine del trend ribassista di Bitcoin, quindi l’accesso a finanziamenti a basso costo non garantisce un’azione di prezzo positiva.

Le opinioni e le opinioni qui espresse sono esclusivamente quelle del autore e non riflettono necessariamente le opinioni di Cointelegraph. Ogni mossa di investimento e trading comporta dei rischi. Dovresti condurre la tua ricerca quando prendi una decisione.